Colomba Leddi

Triennio in Fashion Design, Course Leader

Dopo varie collaborazioni con diversi stilisti tra cui Nanni Strada, nel 1992 entra nel Gruppo Frammenti per sperimentare tecniche artigianali da applicare nell’abbigliamento.

Nel 1996 apre il suo atelier a Milano all’interno di un vecchio cortile: qui si trovano pezzi unici e “su misura”, ma la griffe è presente in alcune fra le migliori boutique italiane ed estere (Rossana Orlandi, Imarika, Wait and See e Chicchi Ginepri a Milano, Few and Far e egg a Londra, Noodle Stories a Los Angeles, HP France e Takashimaya a Tokyo, Husk in Australia).

Partecipa a diverse fiere e mostre collettive in Italia e all’estero: (2010) “Passeggiata evanescente”, con Melina Mulas, le 5 Venice, a Venezia; “Tutti a tavola” con David Khon, Villa Reale a Milano per il Salone del Mobile; (2009) “Intervallo”, curatrice Kazuko Koike, BankArt Yokohama Giappone; collettiva “Arts as Bread” Museo Etnografico di Lubjiana; (2008) “Suseta”, con Melina Mulas, Pinacoteca Civica di Como ; (2006) Triennale di Milano con il gruppo Eidos.

Colomba Leddi lavora inoltre come costumista teatrale e cinematografica; ha insegnato in diverse UniversitĂ  e Accademie tra cui il Politecnico di Milano e il Fashion Institute of Technology di New York.

“Fare della moda un mestiere, e non un mestiere di moda. Fare questo lavoro per scelta. Lavorare con determinazione per far sì che si possa parlare di qualità, di ricerca, di coerenza, di sperimentazione. Imparare a guardare, a capire, a parlare e a scrivere di moda. Costruire un linguaggio che possa trasmettere la nostra percezione in vestiti, scenari, spettacoli, racconti. Fare ricerca, riferirsi ai distretti di eccellenza locali, ricostruire le botteghe, per poter innovare e guardare a nuovi mondi. Guardare lontano spinti dalla curiosità, portare la propria esperienza, raccogliere quella degli altri. Nel rispetto di tutto ciò che è diverso da noi” – Colomba Leddi